LE STORIE NAPOLEONICHE

I TESORI DEL MEDAGLIERE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Traslazione dei resti di Napoleone

all ‘Hôtel National des Invalides

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

D/ NAPOLÉON BONAPARTE. Busto di Napoleone in uniforme a sinistra; sotto il taglio del braccio E. ROGAT 1840.

R/ TRANSLATION AUX INVALIDES/15 DÉCbre 1840. Tra due rami di alloro e spighe legati in basso, una spada in palo ed un’urna con a sinistra IL SCHASSA/LES ANGLAIS DE TOULON, a destra ET IL MOURUT/ À SAINT HÉLÈNE. Sotto ALPHA ET OMÈGA. IN basso 15 DÉCbre 1840.

 

Il feretro di Napoleone giunse a Parigi il 15 dicembre. Nonostante i rigori dell’inverno folla immensa si era radunata nel tratto che va dal Pont de Neuilly a Les Invalides per rendere omaggio ai resti di Bonaparte. La bara venne ospitata nella cappella Saint Jérome fio al 1861 quando venne completato il monumentale sarcofago in porfido rosso dove oggi riposano le spoglie. Le retour des cendres fu concesso da Luigi XVIII dopo la richiesta del primo ministro Adolphe Thiers. Tale atto, che aveva l’intento di rafforzare l’immagine della monarchia, ebbe invece come risultato la glorificazione dell’ex imperatore.

Tratto da F.M. Vanni, Nel segno dell’aquila. Eventi, Personaggi ed Istituzioni Europee dalla Rivoluzione francese alla Restaurazione, vol. II, p. 281.

 

 

Scarica il PDF
803.jpg