QUI REDAZIONE...

 

 

 

 

 

 

 

 

"UN IMPORTANTE GRANDE RICONOSCIMENTO PER IL MEDAGLIERE DELL’EUROPA NAPOLEONICA"

 

 

Al termine di un lungo e complesso procedimento avviato lo scorso dicembre e reso ancora più lungo dal lockdown delle scorse settimane, il Ministero per i Beni culturali ed il turismo, per il tramite dell’apposito ufficio regionale, ha dichiarato il Medagliere dell’Europa Napoleonica bene culturale di interesse nazionale.
Con questa dichiarazione, l’art.10 comma E del Codice dei Beni Culturali, identifica: “le collezioni o serie di oggetti, a chiunque appartenenti, che, per tradizione, fama e particolari caratteristiche ambientali, ovvero per rilevanza artistica, storica, archeologica, numismatica o etnoantropologica, rivestano come complesso un eccezionale interesse”.
Conseguente a questa dichiarazione è l’assoggettamento di questi beni ad una tutela molto stringente da parte degli organi dello Stato, pari a quella che per legge la PA deve esercitare nei confronti dei beni culturali nazionali. Pur restando dei beni di natura privata, di fatto vengono parificati al patrimonio culturale pubblico per essere sottoposti ad una serie di vincoli e limitazioni finalizzate alla loro tutela e conservazione per le generazione future
Le principali misure a protezione di questa particolare categoria sono:
-) L’impossibilità di smembrare la collezione
-) l’impossibilità di trasportare all’estero in tutto o in parte i beni salvo che per specifiche esigenze espositive o di conservazione e previa autorizzazione della Soprintendenza
-) l’obbligatorietà dell’autorizzazione della Soprintendenza per qualunque altra forma di movimentazione
-) il diritto di prelazione dello Stato su chiunque altro, nel caso di cessione in blocco della collezione.
Si può quindi facilmente comprendere come questo sia probabilmente il più grande riconoscimento che una collezione privata possa ottenere e come a fianco dei grandi vincoli e limitazioni che ne conseguano, ne derivi un grandissimo prestigio e la possibilità di potersi confrontare con le più importanti istituzioni culturali nazionali e non, quasi alla pari.
Non possiamo poi negare che per tutto lo staff del Medagliere, la dichiarazione d’interesse culturale nazionale, costituisca anche il premio per anni di lavoro svolto in totale volontariato e fondandosi solo sulla convinzione che non ci stessimo impegnando in un semplice hobby ma portassimo avanti un progetto di oggettiva particolare importanza. 
Da ora in avanti il nostro impegno, se possibile raddoppierà per rendere il Medagliere Napoleonico l’istituzione culturale di riferimento a livello internazionale per quanto riguarda la medaglistica dell’epoca napoleonica.
 

 

Alain Borghini

medaglierenapoleonico@gmail.com

http://www.museicastiglionfiorentino.it/

Via del Tribunale 8, Castiglion Fiorentino (AR)

  • Facebook - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle
  • YouTube