QUI REDAZIONE...

 

 

 

 

 

 

 

 

Le Storie Napoleoniche al tempo del corona virus

 

 

Più volte ho immaginato come sarebbe stato bello, per una volta, vivere in prima persona un momento storico di cui si sarebbe parlato per anni nel futuro e poter dire “io c’ero!”.

Mai avrei però immaginato che la pagina di storia a me riservata, fosse fra le più incredibili e dolorose della storia dell’uomo. Non voglio essere eccessivamente drammatico ma l’imprevedibilità dei giorni che bui che stiamo vivendo, la loro totale novità rispetto a quanto precedentemente vissuto e l’assenza di modelli, se non assolutamente terrificanti come le antiche pestilenze della storia, rendono questo periodo a dir poco destabilizzante.

Questo aspetto è ancora più preoccupante per le potenzialità economiche dirompenti che l’attuale pandemia potrebbe portare con sé e che per gente come noi abituata al benessere, potrebbero essere quasi insopportabili.

Come tutti sapranno, la nostra piccola redazione è composta al 100% da amatori che svolgono il proprio compito come attività secondaria rispetto ad altre attività professionali vere e proprie.  Le difficoltà di movimento così come l’ansia e l’angoscia che caratterizza queste giornate, ha fortemente minato il nostro spirito e, soprattutto, ha molto condizionato la nostra attività.

Il numero di Marzo delle Storie Napoleoniche è quindi insolitamente ridotto nel numero degli articoli e la sua stessa uscita è stata in bilico fino all’ultimo momento. Non sapevamo infatti cosa scegliere fra la sospensione o un’uscita in tono minore. Alla fine abbiamo preferito questa seconda soluzione per dare un segnale, nel nostro piccolo, di reazione a tutte le costrizioni che il contagio ci sta imponendo.

Anzi, colgo l’occasione per invitare tutti coloro che in questo momento sono blindati in casa e che hanno materiale di interesse napoleonico, ad inviarcelo per aiutarci nello svolgimento di un’opera che, purtroppo, anche nel mese di aprile non sarà affatto facile da gestire.

Dal nostro lato stiamo cercando di riorganizzarci e fare in modo di garantire sempre un buon servizio anche senza poterci vedere e lavorare spalla a spalla.

Contiamo sulla Vostra comprensione e sostegno.

 

Speriamo che questa pagina di storia che così a sorpresa ci è toccata, possa presto essere voltata diventando uno spiacevole quanto vivo ricordo.

 

Alain Borghini

medaglierenapoleonico@gmail.com

http://www.museicastiglionfiorentino.it/

Via del Tribunale 8, Castiglion Fiorentino (AR)

  • Facebook - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle
  • YouTube