EDITORIALE

 

 

 

 

 

 

 

TEMPO DI BILANCI E DI PROGETTI

 

 

Con questo diciottesimo numero de “Le Storie del Medagliere”, giungiamo al termine del secondo anno di vita del Museo Medagliere dell’Europa Napoleonica.

E’ tempo quindi di valutare cosa siamo riusciti a portare a compimento e immaginare cosa potremo fare nel prossimo anno.

Nel complesso la valutazione dell’anno appena trascorso, non può che essere più che positiva grazie ai molti successi che ci hanno visti protagonisti e che qui cercheremo di riepilogare brevemente:

  • Il nostro bollettino elettronico mensile ha raggiunto la quota di trecento lettori che costantemente, ogni mese, dedicano una parte del loro tempo a scoprire le piccole e grandi storie che cerchiamo di far riemergere dalle nebbie del passato. Più di cinquanta fra di loro ci leggono dagli Stati Uniti a dimostrazione di come la nostra piccola istituzione stia prendendo sempre di più un aspetto ed un’importanza internazionale.

  • Il Sistema Museale Castiglionese a cui appartiene il Medagliere Napoleonico, vede, anno dopo anno, aumentare il numero dei visitatori arrivando nel 2019 a sfiorare le 20.000 presenze.            

  • A livello scientifico, il nostro staff capeggiato dalla Direttrice Scientifica del MMEN Dott.ssa Franca Maria Vanni ha prodotto una decina di articoli pubblicati nelle più importanti riviste specializzate in storia numismatica oltre che la monografia “Memorabilia” dedicata alla nostra sezione di Medaglie-scatola.

  • Nel corso dell’anno siamo stati invitati a tenere quattro conferenze su temi legati alla storia napoleonica in prestigiose sedi in tutta Italia.

  • La mostra fotografica “I Selfie di Napoleone” organizzata in collaborazione con il Circolo fotografico castiglionese, dopo aver riscontrato un ottimo successo presso le nostre mura, è stata molto apprezzata, dal pubblico e dalle istituzioni, in occasione della sua esposizione all’ultima edizione del Napoleon Festival di Sarzana.

  • L’organizzazione, lo scorso maggio, del primo convegno nazionale di Medaglistica napoleonica, ci ha permesso di farci apprezzare dai più importanti numismatici italiani e di entrare in contatto con le principali istituzionali nazionali di settore.

  • La contemporanea organizzazione del primo workshop dedicato al turismo napoleonico, ci ha permesso di entrare nella Federazione Europea delle città Napoleoniche e di partecipare ad una lunga serie di progetti turistico culturali come capofila di altre località legate alla storia di Napoleone.

  • Da alcune settimane il Medagliere è sottoposto ad un procedimento da parte del Ministero dei Beni Culturali per il tramite della Soprintendenza di Arezzo, Siena e Grosseto, che lo porterà entro i primi mesi dell’anno prossimo, bene culturale di interesse nazionale parificandolo a tutti gli effetti ai musei pubblici statali.

  • Ultimo in ordine di tempo, il Museo Medagliere ha partecipato ad un bando regionale dedicato alle celebrazioni per i 250 anni dalla nascita di Napoleone, risultando uno dei quattro vincitori.

“I-Napoleon” è un’audioguida (in doppia lingua) digitale per smartphone (compatibile con i sistemi Android ed Apple) con cui i visitatori potranno compiere una visita più approfondita e coinvolgente calandosi completamente nell’atmosfera di quegli anni.

 

Tutti questi successi potrebbero far pensare che il nostro lavoro sia quindi concluso e che, per il 2020, non sia possibile ambire a qualcosa di ancora più importante; niente di più sbagliato.

Il 2020 sarà per il Medagliere un anno molto importate in cui verranno preparate le basi delle grandi celebrazioni che nel 2021 ricorderanno il bicentenario della morte di Napoleone.

Fra le mille iniziative allo studio, sicuramente avranno una particolare importanza la partecipazione del Medagliere a diverse mostre che sono in fase di organizzazione e che vedranno parti della nostra collezione, venir esposte all’interno di mostre molto prestigiose organizzate in Italia ed all’estero.

Sempre più frequentemente il Medagliere riceve richieste di collaborazione attraverso prestiti e mostre temporanee a dimostrazione del fatto che la nostra collezione sia sempre più frequentemente riconosciuta come un unicum per originalità e valore storico.

L’obbiettivo principale del nostro impegno è ovviamente quello di diffondere cultura e passione per la storia ed è per questo motivo che siamo già al lavoro per la pubblicazione, prevista per l’autunno 2020, del terzo volume di “Nel Segno dell’Aquila” con cui verranno studiati e descritti nei minimi particolari più di cento medaglie esposte nella nostra sede ma non ancora catalogate e studiate a dovere. “Le Storie del Medagliere” saranno poi potenziate ampliando il bacino degli autori a nuovi appassionati e studiosi che ci faranno vivere nuove pagine di storia napoleonica. Altre rubriche sono poi allo studio al fine di rendere la nostra pubblicazione mensile anche un utile strumento di informazione ed aggiornamento circa gli eventi napoleonici che si terranno nei prossimi mesi in Italia ed all’estero.

Tanto abbiamo fatto ma tanto abbiamo da fare; “En avant” dunque sempre all’insegna del più celebre motto napoleonico: “On s’engage et puis on voit!

 

Buon Natale e felice anno nuovo.

 

Alain Borghini

medaglierenapoleonico@gmail.com

http://www.museicastiglionfiorentino.it/

Via del Tribunale 8, Castiglion Fiorentino (AR)

  • Facebook - Black Circle
  • TripAdvisor - Black Circle